consultorio

VISITA ”DI CORTESIA” PRESSO DISTRETTO ASL DI MONTESILVANO

Venerdì 4 Marzo siamo tornati nel distretto sanitario di Corso Umberto per una nuova visita di cortesia, accompagnati dal consigliere regionale M5S Domenico Pettinari.
Il motivo della visita ci è stato segnalato da alcuni cittadini che ci hanno riferito della mancanza, nel consultorio, di un ecografo ad uso esclusivo.
L’unico ecografo presente nel distretto viene condiviso da tutti gli ambulatori e può essere adoperato dal ginecologo del consultorio solo quando rimane libero, il venerdì mattina.

Ciò comporta un enorme disagio per l’utenza, che è così costretta a dover subire liste di attesa molto lunghe.

Senza ecografo, la visita ginecologica perde valore e quasi sempre è di dubbia utilità. A causa di questa carenza quasi tutte le visite che vengono fatte nei giorni diversi dal venerdì devono essere ripetute seguendo una lista d’attesa lunghissima per l’utilizzo dell’ecografo. Chi prenota oggi una ecografia ginecologica, rischia un’attesa fino a fine Aprile.

Al termine del sopralluogo il consigliere Pettinari ha prontamente contattato il Direttore Sanitario della ASL di Pescara, al quale ha chiesto un intervento urgente di acquisizione delle apparecchiature. La ASL ha assicurato un pronto interessamento.

Naturalmente ora sarà nostro compito vigilare sugli esiti.

Il costo di un buon ecografo portatile si aggira intorno ai 30.000 euro. E’una spesa a nostro viso affrontabile, se pensiamo che la ASL di Pescara, qualche tempo fa, acquistava una palazzina per uffici amministrativi e di staff per ben 2 milioni e 900 mila euro e stanziava altri 4 milioni di euro per ristrutturarla poichè fatiscente, pur avendo spazi vuoti di sua proprietà.

Quanti ecografi e altre apparecchiature si potrebbero acquistare con 7 milioni di Euro?