conferenza distretto sanitario

NUOVO DISTRETTO SANITARIO A MONTESILVANO, IL M5S PORTA IL CASO IN REGIONE

PETTINARI “SI STA SBORSANDO UN CANONE DI AFFITTO QUANDO C’E’ UNA NUOVA STRUTTURA DI PROPRIETA’ CHE DOVREBBE ESSERE PRONTA”

E’ stata oggetto di un’interpellanza da parte del M5S Abruzzo a firma di Domenico Pettinari il nuovo distretto Sanitario di Montesilvano che questa mattina è stato oggetto di una conferenza stampa insieme ai consiglieri comunali Paola Ballarini e Gabriele Straccini e  Cristhian Di Carlo.

“Ancora non è operativo il nuovo distretto Sanitario di Via Vittorio” commenta Pettinari “nonostante i lavori di completamento da parte del comune siano terminati. Ad oggi infatti mancherebbero i lavori di competenza regionale. Un ritardo che, oltre a rendere il distretto attuale (situato in Corso Umberto) non sicuro, poiché lo stabile non rispetta tutte le norme di sicurezza, rappresenta un esborso di denaro pubblico poiché la  ASL deve sostenere per i canoni d’affitto della struttura attuale, non di sua proprietà, un importo  pari ad € 118.830,48 + IVA annui, contratto scaduto e prorogato fino al 31.07.2021 (!!!) nelle more del completamento dei lavori del nuovo Distretto”;

I nostri dubbi riguardano anche l’aumento di due piani, la palazzina del nuovo distretto, infatti, sembrerebbe raggiungere i cinque piani mentre l’appalto iniziale  avrebbe dovuto riguardare la costruzione di una palazzina composta di soli tre piani;

“Intendiamo chiedere al Presidente D’Alfonso ed all’Assessore competente” spiega Pettinari “ quali iniziative abbia assunto o intenda assumere per attivare in tempi brevi il nuovo Distretto di Montesilvano sito in Via Di Vittorio al fine di ripristinare l’erogazione di servizi pubblici secondo standard di qualità ed efficienza e se ci sono responsabilità tecnico amministrative personali nel ritardo della consegna dei lavori e i motivi che hanno causato tale ingiustificato ritardo e soprattutto i motivi che hanno indotto la ASL di Pescara a sottoscrivere l’ultimo rinnovo contrattuale per il “vecchio” distretto fino all’anno 2021, pur conoscendo la necessità di attivare il nuovo distretto in tempi brevi”.