bufala

Non facciamo accordi

bufalac.a. Redazione Il Centro
Direttore Responsabile Dott. Mauro Tedeschini

p.c. Dott.ssa Gabriella Di Lorito

In merito all’articolo apparso oggi, giovedì 2 Giugno 2016, sulla vostra testata Il Centro il cui titolo è: “Patti segreti e veleni tra candidati. San Giovanni Teatino, si accende la campagna elettorale a pochi giorni dal voto” si richiede immediata smentita in merito alle notizie riportare.
Prescindendo dalle “considerazioni” di altro genere che l’autore svolge di seguito al proprio articolo, tutte assai generiche e certamente preconcette, mi è d’uopo rilevare che – a parte le macroscopiche inesattezze nella ricostruzione dei fatti (che denotano la totale assenza di qualsivoglia conoscenza dei fatti da parte dell’autore) – le affermazioni contenute nell’articolo offendono, ed hanno offeso, gli attivisti del Movimento 5 Stelle di San Giovanni Teatino e la mia persona.
Vi preghiamo, pertanto, di dare atto delle necessarie rettifiche all’articolo (firmato dalla collaboratrice Gabriella Di Lorito) in oggetto, apportando tutte le necessarie smentite. Ciò ai sensi e nei termini di legge (L. 47/48 all’articolo 8), in caso contrario saremo costretti a procedere per vie legali.

COMUNICATO STAMPA

MAI SVOLTE “RIUNIONI CARBONARE” DAI NOSTRI ATTIVISTI NE’ CON CALDARELLI NE’ CON MARINUCCI

Smentisco nella maniera più assoluta che nessuno dei nostri attivisti ha partecipato ad “incontri carbonari”, né tantomeno che io abbia delegato qualcuno a trattare con un candidato specifico. Se un simpatizzante, ruolo ben diverso da un attivista (*si prega di leggere il regolamento riportato in sotto al comunicato stampa), ha partecipato ad una riunione lo ha fatto per sua iniziativa e per sua volontà senza in alcun modo condividere con il Gruppo Attivista del Movimento 5 Stelle di San Giovanni Teatino tale scelta. Per tale motivo si smentisce nella maniera assoluta di aver intrapreso (come definito dalla Vostra testata e dalla collaboratrice Gabriella Di Lorito) o di aver partecipato con un nostro attivista a riunioni “per stringere un’alleanza e adottare una furbissima strategia di propaganda contro l’altra squadra Progetto Comune guidata da Marinucci”. Un modus operandi che non è mai appartenuto al nostro modo di agire e che nell’articolo lede l’immagine del Movimento 5 Stelle di San Giovanni Teatino alla vigilia delle prossime elezioni comunali di domenica. Prima di scrivere tali affermazioni si prega di verificare la fonte della notizia e di non basarvi su “vox populi”, come riportato in maniera approssimativa. Se al contrario conoscete e siete in grado di fare nomi di chi ha partecipato alle riunioni si prega di pubblicarli apertamente e nel rispetto della trasparenza che da sempre ci contraddistingue.
Agli sgoccioli della campagna elettorale ribadisco che il M5S ha una regola ben precisa, quella di non fare accordi né con il centrodestra né con il centrosinistra, questo sia in campo nazionale sia nella città di San Giovanni Teatino. Come potremmo fare accordi con chi ci ha portato a questo stato di cose? Nessun candidato dei due schieramenti ha mai accettato di fare un confronto aperto con noi e questa la dice lunga sulle intenzioni di Marinucci e Caldarelli, che si accusano vicendevolmente, continuando ad ignorare che i due hanno governato sempre insieme stringendo accordi sottobanco che hanno penalizzato la città. La trasparenza è una priorità portata avanti in questi mesi durante tutta la campagna elettorale e fa parte del nostro DNA e la porteremo avanti fino a quando esisteremo, chi continua a volerci accomunare ai loro continui compromessi non ha capito l’essenza del M5S, nato proprio per spezzare e combattere quel tipo di politica. Quello che hanno fatto gli altri sindaci precedenti è sotto la portata di tutti e i cittadini conoscono le problematiche della città con intrecci sulla gestione del potere tra piscina, società partecipate, Aca, Terna, Museo civico, Cittadella dello sport, ex fonderia Di Nicola solo per citare alcune questioni portate avanti a gestione familiare, consegnando incarichi ad amici e parenti e per ripagare favori ricevuti durante le campagne elettorali. A questo modo di agire che ha campeggiato da sempre a San Giovanni Teatino noi rilanciamo il bilancio partecipativo e la democrazia partecipata in un confronto con tutti i cittadini, che diventano comunità nel momento in cui condividono scelte concrete per il territorio. Noi non abbiamo bisogno di fare alleanze con nessuno perché è la loro stessa storia politica portata avanti in questi anni dagli altri candidati che metterà in difficoltà sia Marinucci sia Caldarelli domenica prossima.

San Giovanni Teatino, 2 Giugno 2016

Mario Cutrupi Candidato Sindaco M5S

*[Gli Attivisti: partecipano con diritto di voto alle Assemblee Pubbliche e degli Attivisti, contribuendo alla redazione degli ordini del giorno;
prendono parte attiva alle iniziative del M5S San Giovanni Teatino.
Art. 1 Attivisti: Il gruppo degli Attivisti (GA) delibera la linea politica del M5S (locale- regionale-nazionale) e prende decisioni praticamente su tutto, rispettando il criterio della maggioranza (50% + 1) dei presenti aventi diritto di voto. Il gruppo degli Attivisti è costituito dalle persone che dimostrano di impegnarsi attivamente nelle iniziative del Movimento e devono essere iscritte nella piattaforma ufficiale Meetup 5 Stelle (del proprio comune o territorio) e al Movimento 5 Stelle ( piattaforma nazionale). Tutti coloro che si dimostrano interessati alle attività del movimento e che non hanno i prerequisiti previsti per gli “Attivisti” vengono definiti “Simpatizzanti”. Può entrare a far parte del gruppo Attivitisti (e proseguire la permanenza) chi, nel periodo di osservazione (ultimi due mesi), ha partecipato ad almeno tre incontri programmati nella piattaforma meetup (del proprio comune o territorio). Venendo meno tale criterio, senza giustificato motivo, un attivista diventa Simpatizzante].