IL CONSIGLIO COMUNALE DELL’8 GENNAIO 2015

Brevemente vi raccontiamo cosa è successo nel consiglio comunale dell’8 gennaio 2015.

La seduta è stata dedicata alle interrogazioni dei consiglieri alla giunta.

Il sindaco Brucchi ha spiegato come si è formato il debito di 3 milioni e 600mila euro che pesa ancora come un macigno sul bilancio della Team. Ha detto che il debito nasce dagli sgravi fiscali di cui beneficiò la municipalizzata dal 1996 al 1999, poi annullati da Bruxelles che aprì una procedura d’infrazione equiparando gli sgravi ad aiuti di Stato. Da qui i guai per la Team che ha dovuto indebitarsi con le banche per poter pagare gli arretrati. Sia il Comune che il socio privato ripartirono utili per circa 2milioni e mezzo di euro. Utili che la giunta Sperandio utilizzò per opere pubbliche, secondo Brucchi, mentre il privato decise di incassarli. Sul mutuo contratto per quel debito Brucchi ritiene di aver proceduto in modo corretto, a suo avviso questo debito non piega la tenuta dei conti della Team che ha sempre chiuso i suoi bilanci in attivo, ma sta di fatto che la scelta di non pagare subito le tasse arretrate ma di fare ricorsi seppur sconsigliata dai dirigenti dell’agenzia delle entrate fu portata avanti a oltranza con un notevole aggravio di spese per l’amministrazione.

Attualmente possiamo solo constatare che dopo la gestione Brucchi la situazione è questa: la Tari è sempre più salata, i bilanci Team sono sempre più oscuri, i contribuenti pagano scelte che hanno sempre meno a che fare con la gestione del servizio di igiene urbana.

Il consigliere Fracassa e Brucchi invece di preoccuparsi del fatto che molti edifici del comune non sono a norma prendono spunto per accusare lo stato centrale per la mancanza di risorse destinate alla manutenzione degli edifici pubblici. La mettono in burla e affermano che sono pronti ad autodenunciarsi per far chiudere gli edifici non a norma, secondo loro si chiuderebbe un intero paese. Ma la domanda si pone da se se sapevano di questa situazione disastrosa perchè dal 2011 non hanno incominciato a denunciarla e a metterci riparo? Perchè hanno nascosto la testa sotto la sabbia? Se non ci fossero stati i nostri esposti per quanto tempo avrebbero ancora ignorato la situazione?

Alcuni consiglieri di maggioranza hanno organizzato una raccolta firme per sfiduciare il presidente del consiglio Milton Di Sabatino, sono state raccolte 7 firme ma poi tutto è stato bloccato e bollato come uno scherzo. Noi pensiamo invece che sia stato l’ennesimo segnale di malcontento dato a Brucchi da alcuni consiglieri di maggioranza.

Nella sezione dedicata ai consigli comunali potrai trovare tutte le nostre interrogazioni. Riassumiamo le interrogazioni orali proposte in consiglio:

Abbiamo chiesto all’Ass. Lucantoni chiarimenti sulla vicenda delle sponsorizzazioni del capodanno, infatti L’Ass. Lucantoni ha pubblicamente ringraziato sulla sua pagina Facebook per il loro contributo alcune aziende che poi non figurano nella delibera. Nella sua risposta, L’Ass. Lucantoni ha ammesso che esistono degli sponsor non dichiarati in delibera che hanno dato dei contributi definiti “esterni” alla manifestazione di cui Lei non conosce gli importi. Sembra quindi che il Comune abbia accettato delle sponsorizzazioni in Nero, che non sono comprese nella delibera e di cui non si conoscono ne gli importi e ne soprattutto l’utilizzo. I contributi degli sponsor definiti esterni infatti non sono inseriti nella spesa del comune e non si sa a cosa siano serviti, non si sa cosa sia stato pagato con questi contributi.  Questo lascia intendere che ci sia stata una trattativa privata tra L’Ass. Lucantoni e i suoi sponsor “esterni” di cui nulla è stato rendicontato al Comune. Le somme non utilizzate da una eventuale sponsorizzazione secondo il regolamento comunale potrebbero essere utilizzate come risparmio di spesa, quindi visto che le sponsorizzazioni definite “esterne” dall’Assessore Lucantoni non coprivano le spese della manifestazione, che erano coperte dagli sponsor citati in delibera, potevano essere riutilizzate come risparmio di spesa, ma questo non è avvenuto perché non sono state rendicontate.

Abbiamo chiesto all’Ass. Romanelli delucidazioni sulla chiusura dell’Asilo Peter Pan e sull’utilizzo dei fondi regionali per le educatrici. L’ass. ha risposto che l’asilo non è stato chiuso, i bambini sono stati spostati temporaneamente in altre strutture perchè il nuovo edificio in cui si sarebbe dovuto spostare l’asilo ha dei problemi di adeguamento alle norme dei legge, per quanto riguarda i fondi dopo l’apologia del rimpianto assessore Gatti ci è stato detto che saranno distribuiti entro gennaio.

Sempre a Romanelli abbiamo chiesto perchè gli scuolabus continuano a essere parcheggiati al piazzale San Francesco e non in una rimessa.

Abbiamo chiesto all’assessore Di Giovangiacomo delucidazioni sugli abusi edilizi commessi al Castello Della Monica, denunciati su Facebook da Fabrizio Primoli. Risulta infatti che alcune persone abbiano occupato abusivamente il padiglione Est della struttura e privatizzato un pezzo di giardino e finora nulla ha fatto il comune per far cessare gli abusi.

Sempre a Di Giovangiacomo abbiamo chiesto di spiegarci in base a quale provvedimento sono state chiuse le palestre Mazzini e casa dello sport, cosa prevede la convenzione che regola l’affidamento delle stesse al comune da parte della regione, cosa ha risposto il responsabile del patrimonio regionale riguardo all’adeguamento delle strutture, chi apriva e chiudeva le strutture in mancanza di un servizio di custodia da parte del Comune.

All’ass. Guardiani abbiamo chiesto cosa è stato fatto per il riaccertamento straordinario dei Residui. Infatti visto che l’articolo 3, comma 7, del decreto legislativo n. 118/2011 e successive modifiche richiede agli enti pubblici di avviare per tempo una ricognizione di tutti i residui, attivi e passivi, al 31 dicembre 2014, volevamo sapere se il riaccertamento era stato fatto e quali erano i risultati.

Al Sindaco Brucchi in merito alla questione della raccolta e smaltimento dei rifiuti abbiamo chiesto:

  • E’ Sua intenzione approvare la Delibera Rifiuti Zero per il Comune di Teramo come ha fatto recentemente sia il Comune di Roma e sia il Comune di Giulianova?
  • Quando verrà presentato il nuovo PEF?
  • Quanto si andrà a risparmiare portando la nostra quota di umido al Cirsu?
  • Quando introdurrete la Tariffa Puntuale come è stato descritto nel Convegno da voi patrocinato?
  • E’ Sua intenzione creare un fondo di solidarietà per aiutare le famiglie in casi di estrema necessità, specificatamente individuati con appositi criteri, magari da utilizzare per il pagamento delle utenze o di altre spese vitali?