garanzia giovani montesilvano

GARANZIA (DI POCHI) GIOVANI A MONTESILVANO

Ci risiamo. A Montesilvano le regole sono frutto dell’improvvisazione e dell’estemporaneità. E’ di pochi giorni fa la notizia che il Comune di Montesilvano è alla ricerca di due addetti alla contabilità ed uno al turismo per attivare i tirocini.

Bene, bravi, bravissimi, bis! Ma c’è la fregatura, come sempre, quando si parla del comune di Montesilvano.

Infatti, il bando è stato pubblicato il 26 Novembre sull’albo pretorio e pubblicizzato (vedi foto) lo stesso giorno sul sito del Comune.

Ecco l’inghippo!! Leggendo con attenzione si nota che per partecipare è necessario consegnare la candidatura entro le 13 di lunedì 30 novembre.

Solamente cinque giorni di tempo senza contare il weekend in mezzo che non ha permesso un’adeguata comunicazione da parte del comune.

Visto? Cotto e mangiato, come nel programma di Benedetta Parodi.

A seguito di diverse lamentele di molti cittadini sui social network alcuni consiglieri si sono maldestramente scusati dando la colpa alla lentezza della regione. Vorremmo ricordare loro che il progetto Garanzia Giovani, al quale il comune ha attinto, è attivo in regione da più di un anno e l’amministrazione comunale poteva tranquillamente essere previdente e richiedere in tempi meno stretti queste posizioni lavorative.

La burocrazia ed i tempi biblici dell’amministrazione non hanno giovato di certo ai giovani laureati di Montesilvano che avrebbero desiderato partecipare.

Molti ragazzi si sono lamentati dello scarso preavviso, cosa che influirà sulle poche richieste che perverranno al comune. Pochi ne avranno avuto conoscenza. Ma così non si avvantaggiano pochi a discapito di molti?

Non è la prima volta che succedono situazioni simili quando si tratta di aprire e chiudere bandi, anche di piccola portata, nel nostro comune. Qui non si tratta di vederci sempre del marcio, ma di indignarci di fronte a coloro che magari con un preavviso tanto breve non riescono a partecipare o produrre l’incartamento necessario.

Un politico che abbiamo sempre apertamente contrastato diceva: “A pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina”. Speriamo non sia così, ma c’è sempre più sfiducia e delusione nei confronti di questa politica a Montesilvano.